magistratura-600×280
In una autentica democrazia i poteri dello Stato devono restare separati

Una questione, davvero delicata, che nessuno vuole mai affrontare con coraggio è quella che ogni magistrato dovrebbe limitarsi ad applicare la legge. L’interpretazione della legge dovrebbe essere riservata esclusivamente al legislatore, come peraltro era previsto nello Statuto Albertino del 1848, legge fondamentale dello Stato italiano fino al 22.12.1947 data in cui venne approvata e successivamente […]

Giustizia nell’interessedella Nazione
L’ennesima controriforma del processo penale

E’ davvero inquietante e desta preoccupazione per la tenuta dello Stato di diritto l’annunciata riforma del processo penale del Ministro della Giustizia Bonafede. Altro disastro annunciato ed attuato con caparbietà e determinazione è quello che riguarda la sospensione della prescrizione che rischia di mettere a rischio la tenuta del governo. Il prospettato lodo Conte bis prevede delle […]

La-Dea-della-Giustizia
Si ristabilisca il giusto equilibrio e si ripristini una rigorosa divisione tra i poteri dello Stato

Anche oggi come già era avvenuto nella prima metà degli anni novanta, spira un vento giustizialista che sospinge uno dei poteri dello Stato ad interferire prepotentemente nella politica nazionale, sopperendo ad una debolezza dei partiti. Si sente sempre più insistente e rumoroso il tintinnio delle manette come ai tempi di “mani pulite”. Le informazioni di […]

SI RISPETTINO I PRINCIPI CARDINE DI UNO STATO DI DIRITTO!

L’ex Ministro Matteo Salvini è veramente quel criminale comune che si vuol far credere? Se non fossimo convinti che la magistratura è “un ordine indipendente da ogni altro potere” e quindi in una posizione di terzietà ed estraneità rispetto alla politica, si avrebbe l’impressione di essere innanzi ad un intervento del braccio armato della sinistra! […]

nave Gregoretti
Soltanto il legislatore può modificare una legge dello Stato e certamente non può farlo un giudice.

Da più parti si vuole attribuire a Matteo Salvini il gravissimo, ma inesistente reato di sequestro di persona per i fatti riguardanti i 116 migranti trattenuti per pochi giorni sulla nave “Gregoretti”. Dovrebbe essere superfluo precisare che per la configurazione del reato di sequestro di persona occorre la sussistenza dell’elemento oggettivo e di quello soggettivo. […]

La-Dea-della-Giustizia
SI PONGA FINE ALL’ATTACCO GIUDIZIARIO CONTRO MATTEO SALVINI E SI AFFRONTI IL CONFRONTO POLITICO!

Sorprende sentire parlare di ipotesi del reato di sequestro di persona, si ha l’impressione di una vera e propria crociata mediatica contro l’avversario politico che non si riesce a sconfiggere con le armi della democrazia, del confronto politico e del dibattito dialettico. Trattasi di assedio giudiziario, di un callido linciaggio mediatico e di una palese demonizzazione del […]

La-Dea-della-Giustizia
Ecco come lo Stato italiano affrontava il problema dei clandestini fino all’ottobre del 1975 e quale considerazione avevano degli stranieri i giornalisti dell’epoca.

Molto sinteticamente, nel lontano autunno del 1975 avendo appreso che a bordo della m/v Italmare, nave diretta nel porto di Taranto con un carico di carbone destinato all’Italsider, c’erano due clandestini un Vice Questore responsabile della Polizia di frontiera ordinò al Comandante di quella nave di collocare un lucchetto in una cabina, privando di fatto […]

altare della Patria
L’Unione europea e la sua pletora di organismi interni ed esterni non rappresentano i cittadini degli Stati nazionali!

Nel suo discorso a Clinton nell’anno 1858 Abramo Lincoln ebbe ad affermare: “potrete ingannare tutti per un pò, potrete ingannare qualcuno per sempre, ma non potrete ingannare tutti per sempre.” Tale frase riveste ancora oggi una grande ed incredibile attualità, soprattutto se si considera cosa erano circa 30 anni addietro gli Stati europei e le […]

Foibe io non scordo
Le foibe e gli esuli Istriani Fiumani e Dalmati

La nostra memoria storica non dimentica, nonostante le mistificazioni e le negazioni dei vetero comunisti ancora presenti e ben radicati in Italia. La condanna ed il biasimo verso i turpi crimini contro l’umanità commessi dai comunisti titini e dai partigiani rossi attraverso i massacri delle foibe, purtroppo rimasti impuniti, rimarranno indelebili nella nostra coscienza e […]